INACCETTABILE CHE IL GOVERNO VADA AVANTI CON LA PROPOSTA MES

A dispetto di quanto il Governo dichiara in Italia, in Europa sta andando avanti con il Mes: questo è inaccettabile. Quanto riportato oggi dalle agenzie, in merito al possibile accordo dell’Eurogruppo sull’utilizzo di una linea di credito del Meccanismo europeo di stabilità è una prospettiva inquietante, tanto per i contenuti, perché renderebbe il nostro Paese definitivamente succube della troika, tanto per le modalità, perché il Ministero delle Finanze e i suoi sherpa stanno portando avanti queste trattative senza passare dal Parlamento. Altro che unità nazionale e coinvolgimento delle opposizioni per affrontare la crisi: mentre Conte e Von der Leyen si scrivono le letterine sui giornali, qualcuno sta cercando di svendere l’Italia senza passare dalle camere e in palese contrasto con la volontà della stessa maggioranza del Parlamento. A dispetto delle parole vuote, ancora nessun aiuto concreto, ma anzi una prospettiva nefasta per il nostro Paese: quella di ulteriori meccanismi perversi dove l’Italia versa soldi e poi deve chiedere all’Ue di prestarglieli di nuovo con condizionalità. Una soluzione che non possiamo accettare e che va rifiutata, senza se e senza ma. Il Governo italiano si opponga e lavori sull’unica soluzione utile, cioè che la Bce sterilizzi il debito contratto dagli stati per rispondere al virus.